Max Deste, al secolo Massimiliano De Stefanis, classe 1973, è uno scrittore e cantautore svizzero, con all'attivo due romanzi di anticipazione sociale, una raccolta di poesie, una trilogia teatrale distopica, e numerose produzioni musicali in ambito indie. La sua opera è in generale fortemente ispirata dalla meditazione buddhista, che pratica ormai da oltre un trentennio.

Sposato con tre figli, laureato in lettere all'università di Losanna, ha lavorato come assistente e ricercatore per il FNRS, e attualmente insegna italiano, storia e civica nel settore medio in Canton Ticino, dove coordina il progetto da lui ideato dal titolo Media Skuola (per un uso educativo dei social e delle nuove tecnologie). Esercita inoltre, a tempo parziale, l'attività di guaritore (cromopuntura, riflessologia, massoterapia) e di direttore del Centro di meditazione Shambhala Ticino.

Come chitarrista, ha suonato inizialmente in due rock band di Losanna (Solal, Beauty Pain), poi, dal 2007, in Ticino ha fondato prima i Bruit de Fond (alternative rock), con i quali ha vinto due premi a Palco ai giovani (band più votata e miglior testo, “Universo uterino”), realizzando un album ("Borderline", 2008) e un Ep ("Solitarie", 2009), e in seguito i My Dead Mind (punk-rock), incidendo un Ep ("Neverdie") e un videoclip omonimo. Come cantautore, nel 2013 ha realizzato un Ep di sette brani (“Il tuo cigno è morto”) e un videoclip (“Corpi violati”) con il quale ha affrontato il tema dell'autolesionismo. In seguito, si è spesso esibito con varie formazioni, proponendo numerosi inediti, confluiti in parte nell'album e "OK silenzio", pubblicato nel dicembre del 2018), anticipato dai singoli “Danzare tra le nuvole”, “Ancora estate” e “Dove finisce il giorno”, con il quale ha partecipato alle selezioni svizzere di Eurovision Song Contest, ottenendo un ottimo riscontro e una costante diffusione nella principale radio nazionale Rete Uno e in quelle principali ticinesi (Rete Tre e Radio Ticino). In questo ultimo progetto emergono sonorità più moderne, elettroniche e acustiche, che rimandano alla scena indie pop italiana. Il tema principale concerne il rapporto tra uomo e tecnologia, mettendo in risalto la necessità di recuperare valori universali, come l’amore e la compassione, e questo grazie a pratiche che portano ad una maggiore consapevolezza, come ad esempio la meditazione. L'album, prodotto in collaborazione con l'Heaven recording studio di Lugano, è stato premiato come miglior album del mese di dicembre 2018 dalla seguitissima rivista italiana Systeme Failure (https://www.systemfailurewebzine.com/migliori-band-dicembre-2018/), ed è stato molto apprezzato dalla critica, con circa duecento segnalazioni, tra interviste, recensioni, top single, ecc.

IIn questo ultimo anno è stato inoltre diverse volte ospite nelle trasmissioni di Rete 3 ("Un'ora per voi", "Il club di Rete Tre", "Baobab") e a Radio Ticino ("Rafting", "Music Club"). Si è infine esibito in maggio alla Notte Bianca di Locarno, sul palco principale di Piazza Grande, dopo essere stato selezionato dalla trasmissione radiofonica Music Club. È attualmente in tour per promuovere “Ok silenzio” e ha incominciato anche le registrazioni per il nuovo album che uscirà nella primavera 2020, anticipato da un singolo il prossimo autunno.

Membri della band di supporto: Fabrizio Brioschi (chitarra), Roberto Panzeri (percussioni), Laura Roggiani (cori e piano).

SOCIAL
Facebook profilo: Max Deste
Facebook pagina ufficiale: Deste
Youtube: Max Deste
Instagram: #maxdestemusic

DISTRIBUZIONE
Su tutte le piattaforme online